Junichiro Hiramatsu non è una star in senso stretto ma lo è senz’altro per gli appassionati del marchio, che lo conoscono come uno dei più importanti collezionisti di Ferrari viventi. E non stupisce dunque più di tanto che sia stato proprio lui a inaugurare il programma Progetti Speciali o Special Projects aperto dalla Casa nel 2008.

La SP1 è una rielaborazione della F430 che non sembra ricercare particolari ispirazioni nel passato, anche se la fascia inferiore nera  che si allarga nella zona posteriore ricorda il motivo della SP12 EC. Il disegno si deve a Leonardo Fioravanti, ex designer di Pininfarina sotto cui ha firmato diversi modelli del Cavallino, che ha riletto le linee della 430 “tirandole” un po’ di più secondo un gusto vagamente orientale.